KUBORAUM

Home / 

KUBORAUM: LA GEOMETRIA CHE SI INDOSSA.
Gli occhiali Kuboraum nascono dal genio creativo dei suoi tre fondatori: il designer e artista Livio Graziottin, il marketing director Sergio Eusebi e Antonio Pincin, il responsabile di produzione.
L’idea viene sviluppata nella Berlino post-industriale delle fabbriche dismesse, crocevia tra est e ovest, tra passato e presente, tra diverse culture e diverse dimensioni, quello del vecchio e del contemporaneo; questi occhiali dal design minimalista, geometrico e anticonvenzionale ne rispecchiano perfettamente l’umore.
Il processo creativo è tutto tedesco, ma si unisce all’abilità manuale del design italiano della loro realizzazione. Da qui il motto “DREAMED IN BERLIN HANDEMADE IN ITALY”.
Il risultato finale non è un semplice oggetto, ma una scultura, un’opera d’arte, una MASCHERA. Maschere che non nascondono, ma liberano le molteplici identità di chi le indossa in un Kuboraum, dal tedesco “stanza cubica”, spazio in cui sentirsi liberi di essere, esaltando la personalità di chi li indossa.
È proprio questa la FILOSOFIA degli occhiali KUBORAUM: non sono semplicemente uno strumento di correzione visiva ma serve per distinguersi, diversificarsi e riconoscere la propria identità.

KUBORAUM: LA GEOMETRIA CHE SI INDOSSA. Gli occhiali Kuboraum nascono dal genio creativo dei suoi tre fondatori: il designer e artista Livio Graziottin, il marketing director Sergio Eusebi e Antonio Pincin, il responsabile di produzione. L'idea viene sviluppata nella Berlino post-industriale delle fabbriche dismesse, crocevia tra est e ovest, tra passato e presente, tra diverse culture e diverse dimensioni, quello del vecchio e del contemporaneo; questi occhiali dal design minimalista, geometrico e anticonvenzionale ne rispecchiano perfettamente l'umore. Il processo creativo è tutto tedesco, ma si unisce all'abilità manuale del design italiano della loro realizzazione. Da qui il motto "DREAMED IN BERLIN HANDEMADE IN ITALY". Il risultato finale non è un semplice oggetto, ma una scultura, un'opera d'arte, una MASCHERA. Maschere che non nascondono, ma liberano le molteplici identità di chi le indossa in un Kuboraum, dal tedesco "stanza cubica", spazio in cui sentirsi liberi di essere, esaltando la personalità di chi li indossa. È proprio questa la FILOSOFIA degli occhiali KUBORAUM: non sono semplicemente uno strumento di correzione visiva ma serve per distinguersi, diversificarsi e riconoscere la propria identità.

Showing all 2 results